4 simboli cult di Budapest
logo

Capodanno Budapest

Viaggi capodanno a Budapest dal 29/12 al 02/01



 Ponte Divisa dall’imponente Danubio, nel cuore dell’Europa, si trova la sorprendente capitale dell’ Ungheria, Budapest che nasce dall’unione, avvenuta nel 1873, delle due parti della città: Buda e Óbuda, situate sulla sponda ovest e Pest ad est.

La Regina del Danubio è capace di offrire non solo un’atmosfera unica e inimitabile, un paesaggio che richiama a tratti sia la magia di Parigi che la raffinatezza di Vienna e monumenti di indiscutibile grandezza, ma soprattutto permette di rilassarsi e assaporare un clima di pace e tranquillità che sarà difficile da abbandonare. Nei tre giorni disponibili sarà possibile immergersi nella capitale in modo totale, avendo cura di visitare le attrazioni principali ma anche concedendosi un momento di relax su una delle numerose panchine che costeggiano il fiume oppure gustando il caratteristico e saporito cibo ungherese in uno dei locali di cucina tipica.

I 4 simboli cult della città

1. Il Parlamento

Parlamento BudapestIl simbolo di Budapest è sicuramente il maestoso Parlamento di gusto neogotico che vanta un enorme sviluppo orizzontale, tipico di questo stile che appartiene anche al Palazzo di Westminster a Londra, tuttavia la pianta appare con tendenze neobarocche a causa della sua elaboratezza; inoltre, ammirando la cupola, è possibile riconoscere una certa somiglianza con la celebre fiorentina del Brunelleschi di Santa Maria del Fiore. Questo imponente edificio venne realizzato tra il 1885 e il 1904 e oggi è sede di un’ importante biblioteca, del Presidente della Repubblica ma anche del capo del Governo. Il Parlamento è possibile da visitare solo attraverso gruppi organizzati quindi se nutrite il desiderio di curiosare all’ interno dell’ edificio occorre programmare per tempo fissandola il 31 dicembre oppure il 2 Gennaio poiché a Capodanno non si effettuano ricevimenti.

2. Il New York Café

Il New York Café di Budapest è considerato una delle più incantevoli e meravigliose caffetterie al mondo, un ambiente ricco e prestigioso dove però artisti, nobili e turisti possono sentirsi avvolti allo stesso modo dal fascino di questo locale di fama globale. Il “Boscolo Budapest” è stato edificato tra il 1891 e il 1895 ed è stato teatro della vivace vita culturale della capitale, essendo frequentato da numerosi artisti di vario genere. La sensazione che si prova all’interno è travolgente, in particolare anche dal punto di vista dell’architettura interna e dell’arredamento caratterizzato da sfarzi in oro, specchi e pianoforti che donano all’ ambiente un tocco di regalità che mette quasi in soggezione. Inoltre il locale è certamente rinomato per la sua cucina di alto livello capace di offrire al pubblico l’autenticità degli antichi sapori e dei piatti tipici nazionali come ad esempio il gulasch.

3. La Basilica S. Stefano

Basilica S. StefanoBasilica S. Stefano è un gioiello di architettura neorinascimentale situato nella zona di Pest risalente al 1850, in aggiunta la cupola dell’ edificio è alta esattamente 96 metri come il Parlamento, questa curiosità nasce sia per una questione stilistica di equilibrio urbanistico, sia simbolica, per porre sullo stesso piano il potere politico e quello religioso.

4. Il castello di Buda

Situato sull’altura di una collina sulla sponda ovest del Danubio si erge l’immancabile Castello di Buda, residenza storica dei sovrani ungheresi nella città, è curioso come il luogo sia stato adibito a Palazzo Reale fin dal tredicesimo secolo. L’edificio è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Unesco nel 1987 ed è raggiungibile sia attraverso una grande scalinata, oppure lasciandosi trasportare dalla comoda funicolare costruita nel 1870.

L’altura offre un gran numero di attrazioni turistiche, per cui vale la pena essere visitata con calma poiché, poco distanti tra loro, si trovano altre costruzioni imperdibili come la Chiesa di S. Mattia, il Sándor Palace, Il Labirinto del Castello di Buda ma in particolare il Bastione dei Pescatori, che offre uno dei punti panoramici più mozzafiato della città. Costruito su una parte delle mura, questo imperdibile belvedere è caratterizzato da sette torri e dalla presenza di un’imponente statua equestre di S. Stefano, al quale è dedicata anche la Basilica, poiché molto caro agli ungheresi essendo stato il primo re.

In conclusione, non esiste luogo migliore per trascorrere un Capodanno indimenticabile in una delle più avvolgenti e stupefacenti capitali europee che saprà donarvi vibranti emozioni, splendidi ricordi e magiche atmosfere.

Per maggiori informazioni, cliccare QUI.

Sono Cecilia, una studentessa universitaria con la passione per viaggiare e la curiosità di conoscere luoghi nuovi, perchè non c'è modo migliore di spendere il tempo che dedicarlo a scoprire preziose e uniche mete. Ho avuto il piacere di visitare il Tokyo, Copenaghen, Londra, Dublino, Berlino, Praga, Parigi, Budapest e molte altre, perchè desidero fortemente riuscire a visitare il più possibile di questo straordinario e variegato mondo, anche perchè le persone non fanno i viaggi ma sono i viaggi che fanno le persone.

Leave a Reply

*

captcha *