Budapest, una città verde
logo

Capodanno Budapest

Viaggi capodanno a Budapest dal 29/12 al 02/01



Scorcio

Una capitale immersa nella natura

Budapest non è solo considerata la Parigi dell’est per la sua raffinatezza ed eleganza, ma la capitale ungherese è meravigliosamente ricca di spazi verdi. L’essere attraversata da un fiume così imponente come il Danubio ha senz’altro contribuito alle verdeggianti e dolci colline che racchiudono la città. La natura è dunque parte integrante sia della regione, sia della stessa pianta urbanistica, poiché sono numerosi i parchi cittadini che svolgono un ruolo fondamentale nella vita dei suoi abitanti, che sono soliti approfittare di queste aree per molte attività come jogging, andare in bici, passeggiare in compagnia e altre ancora. Molte di queste zone offrono sia attrazioni per i più piccoli che attività stagionali come il pattinaggio sul ghiaccio in inverno e andare in barca durante la stagione estiva.

I rigogliosi parchi

VajdahunyadPraticare attività all’aria aperta non è possibile solo sulle colline circostanti che offrono spettacolari panorami, ma proprio nel centro città vi sono decine di zone verdi che vengono sfruttate regolarmente da grandi e piccini che vale la pena visitare.

Una di queste è l’Isola Margherita sul Danubio, che è quasi interamente un unico parco lungo 2500 metri che offre una pista morbida di 5km da renderla così ideale sia per chi intende allenarsi, sia per chi desidera passeggiare durante una bella giornata di sole sulle rive del fiume godendosi un panorama mozzafiato sul Parlamento da un alto e sul Castello di Buda dall’altro. L’isola offre anche campi da tennis, da calcio, piste ciclabili, terme, un piccolo zoo e un sublime giardino giapponese.

Un altro imperdibile paradiso è senza dubbio la penisola a sud di Buda: Kopaszi Gát, famosa per essere una perfetta zona per fare picnic sulla sabbia della spiaggia o sui folti prati verdi e per la possibilità di fare canoa.

In aggiunta, è consigliabile non sottovalutare la bellezza del giardino botanico di Budapest chiamato Füvészkert, la semplicità e tranquillità dell’antico parco di Karolyi Kert e l’Isola di Obuda.

Il Parco del Városliget

Sulla riva di Pest sorge il Parco del Városliget, il più conosciuto e rigoglioso dell’intera città che inizia dalla Piazza degli Eroi e si estende per 120 ettari racchiudendo al suo interno anche un lago che d’inverno diventa una perfetta pista da pattinaggio. Il Parco Municipale offre dunque molte possibilità di divertimento e relax grazie ai ristoranti presenti all’interno di esso, ma soprattutto perché vanta la presenza di uno zoo e di un circo oltre al Museo delle Belle Arti, il Museo dei Trasporti e alle terme Széchenyi.

Accanto al lago artificiale si erge in tutta la sua affascinante imponenza il castello di Vajdahunyad, che venne costruito tra il 1896 e il 1908, in occasione dell’ Esposizione Universale, grazie ad un progetto di Ignác Alpá, che oggi ospita il Museo Agricolo. Questa costruzione richiama, ma allo stesso tempo mostra un diverso uso degli stili, un maniero della Transilvania con lo stesso nome, per questo la sua presenza dona all’ambiente un’atmosfera suggestiva e particolare. Il parco situato nel cuore della capitale offre davvero la possibilità di trascorrere momenti speciali fuori dalle affollate vie dei negozi, immergendosi nella natura pur rimanendo in città.

Le terme di Széchenyi

SzéchenyiIn linea con il principio: “è la Natura che cura”, l’Ungheria è uno dei paesi al mondo più ricchi di acque termali e curative, proprio Budapest possiede uno dei maggiori complessi europei, infatti, dal 1934, è stata ufficialmente considerata una “Città delle Terme”. Il complesso di Széchenyi offre 19 piscine, con un’area totale di 2.712 mq, sia interne che esterne, aperte tutto l’anno, anche d’inverno ed è situato nel cuore del Parco del Városliget, nel centro città.

Oltre alle sue proprietà curative e ai possibili trattamenti, le terme di Széchenyi offrono un’unica occasione di vero ristoro e benessere che, grazie alle sue acque provenienti da una fonte artesiana a 1.250 metri di profondità, vi donerà sollievo e nuova energia. L’emozione di rilassarsi nelle pure acque calde, all’aperto, in pieno inverno è indescrivibile e deve, senza ombra di dubbio, essere provata almeno una volta nella vita.

In conclusione, per apprezzare a fondo il puro fascino di questa magnifica capitale è necessario esplorarla in tutte le sue sfumature e lasciarsi stupire dai suoi parchi e dalla perfetta armonia di una capitale europea che è stata capace di rimanere “verde”.

Per maggiori informazioni sui nostri viaggi a Budapest, cliccare QUI.

Sono Cecilia, una studentessa universitaria con la passione per viaggiare e la curiosità di conoscere luoghi nuovi, perchè non c'è modo migliore di spendere il tempo che dedicarlo a scoprire preziose e uniche mete. Ho avuto il piacere di visitare il Tokyo, Copenaghen, Londra, Dublino, Berlino, Praga, Parigi, Budapest e molte altre, perchè desidero fortemente riuscire a visitare il più possibile di questo straordinario e variegato mondo, anche perchè le persone non fanno i viaggi ma sono i viaggi che fanno le persone.

Leave a Reply

*

captcha *