Oktoberfest: birra e divertimento « Capodanno Budapest
logo

Capodanno Budapest

Viaggi capodanno a Budapest dal 29/12 al 02/01



Oktoberfest-Panorama

 

Per tutti gli appassionati di buona birra, musica, tradizione e cultura, l’evento giusto in una sola parola è: Oktoberfest!

Oktoberfest: tutta la storia

La storia della festa della birra di Monaco iniziò nel lontano 12 ottobre 1810, quando il Principe Ludwig di Baviera sposò Teresa di Sassonia. La festività che ne seguì durò ben cinque giorni, che terminarono con una corsa di cavalli sul Theresienwiese, un prato poco fuori città, che prende il nome proprio dalla novella sposa! Erano già le basi per il nostro Oktoberfest, perché ancora oggi, ogni quattro anni, la fiera dei cavalli viene celebrata.

E da allora, come accade per le più belle manifestazioni, fu un crescendo di festa. L’ottima birra che – ricordiamo – favorisce la produzione di serotonina da parte del nostro organismo, fece la sua prima apparizione nel 1818, assieme alle prime giostre del Luna Park. A fine ‘800 ecco la nascita dei primi birrifici storici di Monaco, diventando gli unici fornitori di birra della kermesse, con la diffusione del boccale da litro, simbolo della festa!

Durante la seconda grande guerra, l’Oktoberfest non fu celebrata, e nel 1950 alcune derive neonaziste, tra cui un certo Gundolf Köhler fecero esplodere una bomba nel Theresenviese, uccidendo tredici visitatori e ferendone duecento. Proprio nel 1950 il sindaco Thomas Wimmer introdusse una nuova usanza.

Ebbene sì: nel giorno della cerimonia d’apertura, al momento di stappare la prima botte di birra nella tenda di Schottenhamel, egli avrebbe gridato “Ozapft is!” (“è stappata”). Queste parole segnano da più di mezzo secolo l’inizio dei festeggiamenti. A dispetto dell’attentato del 1950, la risposta dei visitatori è stata – subito dagli anni successivi – quella di una massiccia partecipazione, e così dovrebbe essere anche nell’epoca odierna: partecipazione, condivisione e festa senza paura!

Oktoberfest: la festa oggi

Se vogliamo parlare dell’Oktoberfest dei giorni nostri, iniziamo col dire che Theresienwiese vanta uno spazio di 420mila metri quadrati, dove trovate i sei birrifici storici autorizzati con la loro specifica Märzen. Gli stand della birra, i Bierzelte, un enorme luna park, i chioschi con le loro tipiche prelibatezze della cucina bavarese e i gadget ricordo: una vera opera d’arte e di divertimento a cui è impossibile non partecipare almeno una volta nella vita (ma anche due, tre quattro…).

Dal prato è ben visibile la suggestiva statua della Baviera, fatta realizzare su commissione di Luigi I nel 1850. Possibile salirci tramite una scalinata: da sopra si può ammirare tutto il parco.

Oktoberfest-TendoniAltrettanto impossibile perdersi la sfilata inaugurale che si svolge la domenica del primo weekend dalle 10 alle 12 circa, con splendidi carri, musica bavarese, percorrendo le vie principali di Monaco per ben 7 km! Tutto ciò per una media di ben 6 milioni di visitatori per ogni edizione, e tutti in festa!

Oktoberfest di capodanno: brindisi a suon di birra

Come se questo evento non bastasse, viene replicato altre due volte nel corso dell’anno: in primavera, e a capodanno. Strano ma vero, è possibile festeggiare l’ultimo dell’anno al Tollwood Winter Festival, che si conclude la notte di San Silvestro. Brindisi con i boccali di birra, per una validissima alternativa al noto capodanno di Budapest, che ogni anno attira sempre più visitatori.

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Leave a Reply

*

captcha *