La pasticceria ungherese
logo

Capodanno Budapest

Viaggi capodanno a Budapest dal 29/12 al 02/01



Strudel

 

Ogni paese ha la sua storia, la sua cultura, le sue tradizioni, ma soprattutto la sua cucina, in particolare parliamo di quella ungherese, che potrete sperimentare e conoscere nei vostri viaggi in questa folcloristica terra. Questa nazione ha un forte passato nell’ambito della gastronomia, in particolare con il Gulash, che è famoso e apprezzato in tutto il mondo.

Ma l’Ungheria possiede una variegata e gustosa collezione di dolci e pasticcini che sapranno tentare anche le papille gustative più risolute. Gli ungheresi, come biasimarli, sono abituati a ritenere concluso un buon pranzo solo dopo aver assaggiato uno squisito manicaretto zuccheroso fatto in casa e ve ne sono davvero un largo assortimento che purtroppo rende ancora più difficile la scelta tra questa marea di prelibatezze.

Di seguito alcunes pecialità della pasticceria ungherese, assolutamente da provare.

Túrógombóc

PasticceriaUno dei dessert più interessante sono certamente i Túrógombóc, ovvero gli gnocchi di ricotta, tradizionalmente di mucca, un dolce tipico e delicato che conquisterà anche i palati più difficili. Principalmente questo piatto viene creato schiacciando la ricotta stessa con forza per poi impastarla con la semola e le uova; successivamente viene fatto riposare per qualche ora per far gonfiare il composto a dovere.

Dopodiché si formano degli gnocchi con le mani che saranno poi fatti bollire in acqua salata un po’ alla volta, con attenzione a non rovinarli, per 5/10 minuti e quando sono cotti saranno pronti potranno esseri ricoperti di pangrattato fritto nell’olio.

Infine, dopo essersi asciugati nella carta assorbente, sono pronti per essere serviti con la panna acida ungherese, tejföl, oppure con dello yogurt greco o persino marmellata, che si sposa in modo straordinario con la ricotta della gnocco. Ovviamente potrete trovare varie versioni di questo dolce poiché può essere ripieno in vari modi: per esempio con frutta fresca o anche passita di vario genere come fragola e albicocca.

Numerose squisitezze della pasticceria ungherese

Altri nomi di dessert che potreste ritrovare in città come Budapest sono per esempio il Somlói Galuska, che rappresenta l’apoteosi della golosità, in quanto consiste in pan di spagna, cioccolato sciolto, crema di vaniglia, il tutto accompagnato da abbondante panna montata che ricopre gli ingredienti. Ma non sono gli unici, infatti vi sono i Mákosguba, che sono panini o meglio pezzetti di brioche inzuppati nel latte e serviti con zucchero a velo e semi di papavero. Nonostante la semplicità, questo piatto è realmente uno dei più appezzati e gustosi.

Rétes, o meglio conosciuto come Strudel

Inoltre anche in Ungheria si prepara il famoso strudel che però viene creato con vari impasti come pasta frolla, sfoglia, fillo oppure usando un impasto base: acqua, olio e farina; in particolare gli ungheresi prediligono la pasta sfoglia e questo piatto viene chiamato Rétes.

Questa ricetta sembra essere d’origine turca, infatti durante questa dominazione si narra che veniva preparato un dolce simile, che però successivamente subì diverse variazioni e cambiamenti da parte degli ungheresi che lo trasformarono in questo famosissimo dolce che prese campo immediatamente anche in Austria e nel Trentino. All’interno della sfoglia i ripieni possono essere diversi: dalla marmellata alla ricotta di mucca arricchita di uva passa, oppure con amarene, mele, prugne e semi di papavero.

GnocchiCome avrete capito questi semi sono realmente un ingrediente principale nei dolci di questa particolare cucina e si vedono spesso anche come decorazione superficiale del pane oppure dei pretzel e dei bagel, ma il suo uso più caratteristico è proprio nello strudel ai semi di papavero.

Durante il vostro soggiorno a Budapest lasciatevi tentare dai sapori, dai gusti e dall’unica bellezza visiva che questi dolci sanno esprimere grazie alle mani esperte dei rispettivi pasticceri ungheresi. Non mancate dunque di assaggiare questi succulenti tesori unici di questa terra, perché la bellezza di viaggiare risiede nella diversità, che, riflessa nel cibo, vi farà semplicemente innamorare dell’Ungheria.

Pronti per assaggiare la pasticceria ungherese? Allora cliccate QUI per controllare le date del nostro prossimo viaggio e partite con noi.

Sono Cecilia, una studentessa universitaria con la passione per viaggiare e la curiosità di conoscere luoghi nuovi, perchè non c'è modo migliore di spendere il tempo che dedicarlo a scoprire preziose e uniche mete. Ho avuto il piacere di visitare il Tokyo, Copenaghen, Londra, Dublino, Berlino, Praga, Parigi, Budapest e molte altre, perchè desidero fortemente riuscire a visitare il più possibile di questo straordinario e variegato mondo, anche perchè le persone non fanno i viaggi ma sono i viaggi che fanno le persone.

Leave a Reply

*

captcha *